martedì 29 maggio 2012

LA SARDENAIRA

Il piatto che presento oggi è il piatto principe e tipico della città dove sono nata e cresciuta,Sanremo.
Mi è dispiaciuto molto vedere in tanti blog,siti,ricettari molto illustri e conosciuti versioni distorte di quello che per noi è La sardenaira..in Sanremasco si chiama così e la si può trovare in tutto il ponente ligure,ma in molti paesi il nome cambia e anche la ricetta stessa, la cosa fondamentale è che non la chiamiate pizza :
Pissalandrea a Oneglia, probabilmente in onere all’ammiraglio Andrea Doria.
Pisadala a Bordighera,
Pisciadela a Ventimiglia,
Macchettusa ad Apricale per l’uso del Machetto(una sorta di pasta di acciughe",
Piscadra a Pigna.
La preparazione in sè è molto semplice,gli ingredienti sono pochi ma devono essere di ottima qualità..vediamo come prepararla:
Ingredienti:
Per l'impasto:
-500g di farina di grano tenero "0"
-30g di lievitodi birra
-poco latte tiepido
-1/2 bicchiere di olio evo"03 cru Frantoio degli ulivi di Liguria fam.Guasco"
-poco meno di 1/2 bicchiere di acqua tiepida
-sale
-un pizzico di zucchero
Per il condimento:
-1kg di pomodori freschi o 750g di pelati
-100g di acciughe sotto sale o "machetto"
-4 spicchi d'aglio
-origano
-un pizzico di zucchero
-2/3 foglie di basilico fresco
-olive nere "Taggiasche"
-olio evo "03 cru Frantoio degli ulivi di Liguria fam.Guasco"
Procedimento:
in una ciotola capiente o con l'aiuto della planetaria mettete la farina,sciogliete il lievito in poco latte tiepido ed unirlo alla farina. Aggiungete un po' di sale,un pizzico di zucchero, il 1/2 bicchiere d'olio e acqua tiepida quanto basta per avere una pasta piuttosto molliccia,la pasta deve attaccarsi alle mani, a questo punto iniziate ad impastare e a sbattere molto bene ll'impasto,se usate la planetaria usate una velocità moderata per 8/10 minutu, a mano impastate per 15 minuti.Lasciate l'impasto nella ciotola,coprite con un telo e lasciare lievitare in un luogo tiepido per due ore.Nel mentre preparate il condimento,aggiungete in una padella abbondante olio d'oliva evo e uno spicchio d'aglio in camicia,quando comincia a dorare unite i pomodori pelati e spezzettati,il basilico,un pizzico di zucchero e aggiustate di sale, fate cuocere sino a che sia evaporata l'acqua.
In un grande stampo rettangolare unto d'olio stendete con le mani la pasta già ben lievitata. Versate sulla pasta il condimento, conficcandovi spicchi d'aglio non pelati , le olive,le acciughe sottosale,precedentemente pulite o il machetto(acciughe sottosale,pulite e pestate nel mortaio con un pò di olio), cospargere di origano e mettete in forno preriscaldato a 180° per 35/40 minuti.Tagliatela a "tocchi" e servite..la sardenaira si gusta calda,tiepida o fredda..
Foodwall segnala questi posti dove gustarla a Sanremo:
-Bar La Teglia-C.so Garibaldi n.160
-Bar La Tavernetta-Via Palazzo n.129
-Cantine Sanremesi-Via Palazzo n.7
-Vini D'Italia-C.so Mombello
Conoscete altri posti dove si gusta divinamente?aggiornatemi..e buon appetito!
Vino consigliato:
-vino bianco Vermentino di" Laura Aschero"

Con questa ricetta partecipo al contest di Capricciosa e Pasticciona in cucina 
e al contest di La Leccornie di Danita


 

8 commenti:

  1. Amo questa pizza,è da provare!

    RispondiElimina
  2. Grazie tante per la tua ricetta!!! Va benissimo, l'unica cosa è che dovresti ripubblicare la ricetta, basterà che fai modifica e inserire la nuova data!!
    Grazie tante!!

    RispondiElimina
  3. L'ho sistemato il link...ottima ricetta!

    RispondiElimina
  4. Ciao felice di conoscerti,devo provarla una pizza così! bhe nel frattempo ti auguro in bocca al lupo per il contest...io e flo presto decreteremo il vincitore! Nel frattempo mi sono registrata per seguirti...a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao piacere mio!anch'io mi sono aggiunta al tuo blog un bacio grande!

      Elimina
  5. Adoro la Sardinara, sai che io sono nata a San Remo, ma solo nata?!?!?!?
    C'ho passato le mie estati perchè la mia famiglia fa biancheria, sicuramente avrai sentito parlare dei venditori di biancheria toscani in Liguria in trasferta a far la stagione (si dice così qua).Più che il tempo manca, le ferie son ridotte, le esigenze diverse ora è un ò che non vengo ad Arma di Taggia comunque quando vengono i miei sanno che l'uniche cose che devono assolutamente riportarmi sono: le olive di Boeri in salamoia e la sardinara!!!
    proverò a farla con la tua ricetta chissà se mi verrà buona come la fate voi?!?!?
    ti mando un bacio stella

    RispondiElimina
  6. ciao Azzurra che piacere incontrarti.
    Se la segui passo a passo farai una sardenaira strepitosa!l'impasto deve risultarti molliccio e va lavorato molto bene.
    Usa la farina 0 (manitoba)di ottima qualità e non doppio 0 e per le olive usa quelle di Boeri,per l'olio usa pure quello toscano che è fantastico.
    Fammi sapere goditi la vita e votami:

    http://blogger.grazia.it/blogger?id=777

    RispondiElimina